La varianza: cos’è e come si applica al poker

Varianza nel poker 80906

Neymar jr vuole fare il professionista di poker al termine della carriera da calciatore. Al tavolo verde Dan Bilzerian fa paura ai suoi amici. Club del Poker: stasera il freeroll di Betaland alle Punti di vista mtt: coppia di assi su quattro all-in alla prima mano del torneo. Chi di bluff ferisce, di bluff perisce! Quattro mani di Daniel Negreanu. Quali sono le principali differenze tra tornei live e mtt online?

Articoli correlati

In questa mini-serie di due articoli, Arved Klöhn di PokerOlymp ci spiega avvenimento sia la varianza e come influenzi i vostri risultati nel poker. Per prima cosa parlerà della varianza nel poker live e poi la confronterà con quella del poker online. Modificazione di per sé non è una parolaccia, ma per la maggior brandello di noi è un termine notevole teorico che solo pochi comprendono davvero. La varianza ha molto a affinché vedere con la matematica, che - anche qui - non è una parolaccia, ma una scienza che fa in modo che le nostre macchine camminino, i nostri aeroplani volino e i nostri smartphone siano smart almeno fino a un certo punto. Per capire il significato di varianza non bisogna aver studiato la teoria della probabilità o conoscere cosa vuol discorrere l'abbreviazione CLT cioè Central Limit Theorem. In pratica, nel poker la modificazione è un termine o meglio adesso un numero che descrive quanto i vostri risultato si allontanano dalla media.

La varianza: come applicarla al poker

Toggle navigation. La varianza è una destinazione matematica applicata in statistica che dimensione il discostamento dal valore medio aspettato. Minore è la varianza, maggiore sarà la concentrazione dei dati attorno a questo valore. Ma come si applica al poker?

Video consigliati

Il poker è un gioco bellissimo affinché richiede doti molto diverse tra esse per vincere: ci vuole una certa psicologia al tavolo, unita a calma, resistenza e soprattutto… matematica! Alla essenziale di tutti i ragionamenti di ciascuno pokerista ci devono essere sempre, in effetti, delle nozioni matematiche. Quante volte chiuderemo un progetto di scala bilaterale? Quanto bisogna puntare in un certo piatto per tagliare le odds al nostro avversario? Queste sono sono alcune domande che esemplificano quanto è apprezzabile la matematica spesso intesa come computo delle probabilità nel poker. Cerchiamo allora di entrare più nello specifico, analizzando dove e quando la materia va utilizzata nel gioco. È importantissimo allontanarsi dal cosiddetto preflop nello studio del gioco. Pertanto bisogna sapere con quali mani entrare in gioco e ciascuno quanto possiamo aspettarci di ricevere una buona mano.

Leave a Reply